Novità della scienzia

Studio: Vitamina D per gli atleti – davvero forte!

da Mag. Margit Weichselbraun
l' 01.03.2019

Ciò che gli studi con le persone anziane hanno già dimostrato, ora lo dimostra anche un'indagine austriaca sugli atleti dilettanti sani: un buon apporto di vitamina D supporta la funzione muscolare.

Nel dicembre 2018, l'International Journal of Environmental Research and Public Health ha pubblicato uno studio austriaco che investigava l'influenza dell'apporto di vitamina D sulle prestazioni muscolari di 581 atleti dilettanti sani di sesso maschile e femminile.

I ricercatori hanno raccolto i dati relativi ai livelli di vitamina D (stato di 25-idrossivitamina D) degli atleti e hanno esaminato se ci fosse una correlazione tra lo stato della vitamina D e la prestazione massimale o sub-massimale sul tapis roulant (misurata attraverso la soglia anaerobica individuale). Il set di dati è stato poi controllato per possibili variabili di influenza come l'età, la stagione, le ore settimanali di allenamento, l'indice di massa corporea (IMC) e l’assunzione di nicotina.

I risultati hanno dimostrato che 96 uomini e 75 donne avevano una carenza di vitamina D (concentrazione sierica: 20 ng/ml). Come previsto, la vitamina D oscillava a seconda delle stagioni, con i livelli più bassi tra gennaio e marzo e i più alti tra luglio e settembre. La prestazione massimale e quella sub-massimale, invece, non hanno evidenziato differenze stagionali.

L'analisi approfondita dei dati ha rivelato una correlazione tra i livelli sierici di vitamina D e le prestazioni fisiche, in particolare tra gli atleti di sesso maschile. Nelle donne, la correlazione tra lo stato della vitamina D e le prestazioni è stata influenzata dalle ore di allenamento e dall'IMC. I ricercatori attribuiscono le ragioni di queste differenze di genere specifiche al metabolismo della vitamina D, alla biomeccanica o al comportamento in allenamento.

In conclusione: la vitamina D è una molecola chiave che svolge innumerevoli compiti nell'organismo. È anche coinvolta nel mantenimento delle normali funzioni muscolari. Ciò significa che la “vitamina del sole” non è di grande interesse solo per gli anziani. Anche gli atleti e gli sportivi possono beneficiare di un adeguato apporto di vitamina D per sfruttare in modo ottimale le loro prestazioni muscolari.

Bibliografia
Zeitler, C. et al. 2018. Association Between the 25-Hydroxyvitamin D Status and Physical Performance in Healthy Recreational Athletes. Int J Environ Res Public Health. 15(12).

Altri articoli
L’alimentazione per chi fa sport: tra verità e mito
Nessun argomento nel campo del fitness si polarizza più di quello della nutrizione. Dato che tutti possono (o meglio: vogliono) avere voce in capitolo, sono sorti molti miti nel corso degli anni. Non vogliamo lasciarti solo con questo, cerca di...
Per saperne di più
Michael Wäger
da Michael Wäger, BSc, MSc
l' 27.03.2019
Dossier: mantenere ossa e muscoli forti è anche una questione di vitamina D
Dossier: mantenere ossa e muscoli forti è anche una questione di vitamina D
Quando si pensa alla densità ossea viene subito in mente il calcio. Grazie ad anni di campagne informative molte persone hanno recepito l’importanza di un’altra sostanza nutritiva delle ossa: la vitamina D.
Per saperne di più
da Mag. Margit Weichselbraun
l' 01.04.2020
Quale sport fa per me?
Lo sport non solo risveglia sensazioni di felicità, ma stimola anche il corpo e lo spirito. Per mantenere il giusto slancio e la motivazione a lungo termine, si dovrebbe conoscere il proprio tipo di sport ideale, che varia a seconda della...
Per saperne di più
da Mag. Margit Weichselbraun
l' 06.11.2023